Viaggiare leggeri

In questo periodo il lavoro mi porta via davvero molto tempo ed energie, la sera sono stanca e il solo pensiero di accendere il pc e mettermi a scrivere mi fa venire male agli occhi. Sarà anche colpa delle placche che proprio non se ne vogliono andare dalle mie tonsille e mi fanno sentire maggiormente la stanchezza e parlare come Topolino…tutto un insieme di cose che mi tengono lontana dal blog. Male, molto male.

In questo ritaglio di tempo vorrei però parlare di valigie e di viaggi. Come accennato in un precedente post, sto cercando di migliorare nell’oscura arte di fare la valigia, in modo da non superare un certo peso e utilizzare il tipo di bagaglio più adatto alla situazione.

ZAINO O VALIGIA?

Prima di conoscere il mio attuale ragazzo ho sempre viaggiato con un trolley più o meno grande. Tutti pensano che con la classica valigia si viaggi comodi, ma non c’é niente di più sbagliato: trascinare, sollevare e rifare la valigia, soprattutto se si fa un viaggio che prevede molti spostamenti, è la cosa più scomoda e fastidiosa che ci sia. Io dico no al trolley e sì allo zaino!

È importante sceglierne uno adatto alle proprie esigenze. Io sono alta 150 cm e peso ca. 45 kg, e ho capito che il mio zaino non deve essere più grande di 40l e non più pesante di 6-7 kg. Negli ultimi 2 viaggi, uno di un mese nel sud-est asiatico tra Myanmar e Vietnam, e un altro di 10 giorni a Malta, ho utilizzato uno zaino Ferrino di circa 20 anni e 35l, con una tasca grande, 2 laterali, una sul davanti e una piccola retina in cui di solito metto fazzoletti, burrocacao, ecc. Ormai è parte di me 🙂 Comodo da fare e disfare, ci sta tanta roba se ben piegata e ordinata: in Asia ho portato 5 magliette a maniche corte (in tessuto tecnico pesano meno), 1 pantalone traspirante, 1 gonna sportiva e 1 pantalone lungo, una felpa, 1 vestitino per la sera, 3 paia di calze corte di cui uno tecnico, 5 paia di mutande in microfibra o cotone, 1 paio di scarpe da ginnastica traspiranti, 1 paio di ciabatte per la camera e  1 paio di infradito per la doccia, un asciugamano in microfibra, 1 bikini, 2 reggiseni sportivi e 1 cappello. Ho poi messo in una bustina trasparente i liquidi (max 100 ml per tipo, fino a un litro totale), in un altra busta ho messo spazzolino, tagliaunghie da viaggio, spazzola, crema solare, ecc. Cosa essenziale che mi ha salvato zaino e vestiti: la mantella impermeabile; ne consiglio una che copra anche lo zaino, così evitate di portare il coprizaino. Un altro consiglio è di dividere i vestiti in sacchetti di plastica con chiusura a pressione: eviterete che si bagnino in caso non riusciste a riparare lo zaino. Altra cosa che porto sempre è un rotolo di carta igienica…non si sa mai! Peso totale: 7 kg, che sono aumentati leggermente a fine viaggio causa souvenir.

A Malta era inverno, quindi cambiano il peso e il volume degli indumenti. Sempre nello stesso zaino ho fatto stare: 3 paia di pantaloni (1 jeans e 2 leggins caldi), 2 felpe e 2 maglie di lana leggera, 1 felpa di pile, 2 dolcevita in microfibra, 1 pigiama, 2 canotte intime, 5 paia di mutande in microfibra (asciugano in frettissima), 1 reggiseno sportivo (un altro ce l’avevo addosso), 4 paia di calze corte perché non sopporto le calzamaglie, 2 paia di scarpe, uno da ginnastica e uno più elegante dato che c’era di mezzo il Capodanno, le solite medicine e prodotti per l’igiene personale. Peso totale: 6 Kg!!!

VANTAGGI DELLO ZAINO

Spostarsi con lo zaino è comodo per questi motivi:

  • lo si mette sulle spalle e diventa parte di noi, senza intralciarci, rallentarci e farci arrabbiare perché si incastra, si ribalta o pesa troppo e non riusciamo a trainarlo. Bisogna soltanto fare attenzione al peso e gestirlo in base ai propri limiti. In certi paesi non è affatto agevole trascinarsi il trolley in giro per la città alla ricerca dell’hotel prenotato, vuoi perché le strade non hanno marciapiedi, sono disastrate o polverose, vuoi perché il traffico non lo rende praticabile: mi torna in mente la mia esperienza in Turchia, dove ho rotto le ruote del trolley a forza di strade dissestate…e anche in caso di piogge torrenziali, come i monsoni, vi assicuro che avere lo zaino fa arrabbiare molto meno 😉
  • Si può usare come bagaglio a mano (rispettando le misure imposte dalle compagnie aeree) e permette di non dover perdere tempo ad aspettare il bagaglio dopo il volo o a imbarcarlo. Una volta atterrati si può uscire immediatamente o mettersi subito in coda al controllo passaporti. Nei paesi del sud-est asiatico con 1 o 2 dollari si lava 1 kg di vestiti, quindi non abbiate paura di rimanere senza! Spesso gli ostelli offrono il servizio di lavanderia in giornata, si consegna al mattino e si ritira la sera.
  • Se usato come bagaglio a mano fa risparmiare soldi sui voli low-cost!  In base alla compagnia aerea cambiano i kg a disposizione e i costi: qui potete farvene un’idea e, quando possibile, scegliere la compagnia più generosa. Non abbiate paura di non avere con voi tutto il necessario per “sopravvivere”, se vi manca qualcosa potete sempre acquistarlo una volta giunti a destinazione! Risparmierete anche soldi che avreste speso per souvenir  inutili perché…non ci stanno in valigia 😉 Io solitamente mando le cartoline, sono forse un po’ all’antica, ma adoro riceverle e scriverle!
  • Viaggiando con il solo bagaglio a mano si evita, inoltre, il rischio che il bagaglio vada perso, danneggiato, ecc.

E voi che cosa ne pensate? Preferite viaggiare leggeri o avere tutto con voi? Qual è il vostro concetto di comodità? Avete altri consigli? Sono curiosa!

Foto header: http://www.viaggiarelibera.com/wp-content/uploads/2016/03/bagaglio-a-mano-regolamento.jpg

Annunci

3 pensieri su “Viaggiare leggeri

  1. Silvia Wanderlust ha detto:

    Magari riuscissi io a portare così poche cose!! Nonostante viaggi molto anche in paesi dove serve poco e niente, mi piace vestirmi in simbiosi con il luogo e ogni tanto mi tolgo anche qualche soddisfazioni… in India mi fermavano tutte per fare una foto insieme!! 😀 Il problema è che poi non mi entrano i souvenir in valigia e sono costretta a lasciare sempre i vestiti rendendo felicissime le persone a cui li regalo (io un po’ meno) !! Bravissima continua a portare poche cose!!

      • Silvia Wanderlust ha detto:

        Si, per fortuna porto sempre via vestiti poco costosi, diciamo che già so che dovrò lasciarli!! In Africa porto appositamente ciò che indosso di meno per poi poterglielo regalare!! Questo mi rende immensamente felice 😊… vedi la gioia nei loro occhi!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...